Svegliati è (quasi) primavera!

Ti accorgi che ti manca quando non ce l’hai. Cos’è? Il sonno! Lo capisci il giorno dopo, quando alzarsi dal letto ti sembra una violazione dei diritti umani o quando ti rendi conto che qualsiasi cosa tu faccia, sarà inutile. Le ore di sonno perse non si recuperano. Mai più!

Nutrimento imprescindibile per il nostro organismo, il sonno è celebrato annualmente il venerdì che precede l’equinozio di primavera. Quest’anno la Giornata Mondiale del Sonno si celebra oggi, 13 marzo, e come ogni anno, ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui disturbi del sonno e sui relativi costi sociali per la collettività.

Per chi pensa che la mancanza di sonno sia soltanto una questione personale, le conseguenze dell’insonnia e di una scarsa qualità del sonno sulla collettività si misurano in termini di assistenza sanitaria, perdita di produttività e incidenti stradali. Ancor più vero se il lavoro che si svolge è in team: gli squilibri di uno dei suoi membri non tarderanno a farsi sentire sulla produttività del gruppo.

Come fare per rimediare? Il nostro consiglio è calibrare le vostre abitudini con quelle di chi vi sta vicino.

Ecco i consigli - del tutto personali - del team Wesual:

Tara (Co-Founder):
“Se nel sonno la coscienza si addormenta, nel sogno l'esistenza si sveglia.” (Michel Foucault) Il rapporto di Tara con il sonno è un algoritmo raffinato e calcolato. Anni di pratica nell’uso di avanzatissime tecniche di meditazione, le hanno permesso di fare del “sogno lucido” una fonte d’ispirazione per il suo lavoro. È da uomini e donne visionarie che nascono i cambiamenti. Ore di sonno consigliate: perché contarle?

Behzad (Co-Founder & CEO):
“Credetemi, dovete alzarvi presto se volete uscire dal letto.” (Graucho Marx) L’aforisma di Groucho descrivere perfettamente le abitudini di Behzad che, per riuscire a sconfiggere il dormiglione che c’è in lui, non ha che una scelta: catapultarsi dal letto al mattino presto. Ore di sonno consigliate: non importa quando tu sia andato a letto, l’importante è non restarci mai oltre le 7!

Parisa (People & Culture lead):
“Sia il sonno che l'insonnia, oltre la giusta misura, sono malattie.” (Ippocrate) Da Ippocrate, padre della medicina occidentale, giunge una delle più lucide riflessioni sugli impatti di un sonno eccessivo o scarso, sul rendimento individuale. Parisa, ago della bilancia del nostro team, sa quanto il sonno sia un fondamentale alleato della nostra salute. Ore di sonno consigliate: la virtù sta nel mezzo, mai meno di 8!

Carmen (Digital Marketing)
“In italiano esistono due parole, sonno e sogno, dove il napoletano ne porta una sola, suonno. Per noi è la stessa cosa.” (Erri De Luca) Il tempo onirico, per Carmen, è tanto importante quanto quello trascorso ad occhi aperti. Non sapere dove finisce il sonno e comincia il sogno è il punto di partenza per costruire scenari futuri. Ore di sonno consigliate: 24!

Andrea (Fotografo)
"Dio ci regala il sonno per vincere il giorno dopo.” Alda Merini Di giorno la sfida, di notte il “riposo del guerriero”. Andrea comincia la sua giornata con la grinta di chi si prepara ad affrontare nuovi incontri e avventure. Tra uno shooting e un servizio fotografico, la sua giornata di lavoro comincia con un caffè e finisce con un aperitivo. Ore di sonno consigliate: mai meno di 8!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ovunque tu sia, ci pensiamo noi alle tue immagini!